Horror vacui

ogni caduta è fragore
è cadere sempre più in basso
piegato sulle ginocchia
per ricadere ancora
sotto il vuoto
e sopra il niente
una tela a strati
di tinte buie
la luce
un punto di smarrimento
e l’olio unge
presagi e catastrofi
il sogno
si tramuta presto
in incubo
non c’è miracolo
per i non santi
le attese vane
a sperare e disperarsi
sogno di vita
e luminosi spazi
di rosso
sono i ricordi mancati
e un drappo ricopre
le altre vie del trivio
Caravaggio amico mio
sono tante le cose che mancano
dietro le ombre
delle tue tele
come i ragni
che tramano
ad un passo dal fare
nessuno ha colpa
son io che ho colpa
la colpa di tutto
la colpa di me stesso
le cose che credo
durano poco
le cose che credo
sono morbidi cuscini
che abbracciano
e soffocano
e ogni mossa è falsa
ogni parola è persa
e sono dove non dovrei
e sono dove non ho quel che ho
la distanza è un tempo di piombo
è uno spazio glaciale
schiaccia e inaridisce
scoraggia e regredisce
io non cresco più
posso dirmi finito
oppure cominciato
Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.