È il sole che mi vince

Alcova satura di pensieri, pianti e preghiere distillate nell’aria stantia
il piumone di troppo quando l’estate incombe forte sempre scansato
al bordo del letto, pozzo di sudore, dove insonne annego sveglio
spinto a fondo da sogni registrati nei minimi dettagli senza sapere se
sperare o illudersi dei giorni che verranno, degli incontri che farò,
ancora in testa il tuo domani non posso e i tuoi rifiuti che saltano il recinto
come le pecore: un rifiuto, due rifiuti, tre rifiuti, e certo che non dormo
anche se mi han detto che quella cosa di concentrarsi sul respiro funziona
allora faccio come le donne incinte: respiro inspiro respiro inspiro
chiudo gli occhi, sembra fatta, poi però, per sbaglio, giuro che non volevo
li riapro, guardo l’ora, quei numeri, i led rossi, cazzo è tardi
e ricomincio a tormentarmi a torturarmi a contare a contarti a darti conto
così ad oltranza: e uno due tre chi non scappa resta a me,
tre quattro e cinque è il sole che mi vince
Annunci

2 thoughts on “È il sole che mi vince

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...