Sole e Luna non dormono mai

Un anno fa predicevo il futuro. Ritorna l’Eclissi.

DEMIAN

I tira e molla, sempre odiati. Lui sta lì per i fatti suoi e a un certo punto qualcosa lo chiama, lo attira. Qualcuna. Le prime sbadate distratte attenzioni; come si osa guardare la luna tra le sagome dei palazzi, in giro su una macchina, scompare e ricompare. Ciò che rimane sempre di una luna, la sera, con le nuvole o senza, è quel grigio alone di pace o inquietudine. Lo sfiorarsi lento di sguardi sulla superficie, prima di ogni cosa. Girarla la superficie, come la terra gira sul suo asse, e arrivare nell’ombra, esplorare sempre più. Giù lungo i crateri e le crepe della pelle. E sia fatto così il giorno, e venga poi la notte. Il buio cotonato di raggi lunari sospesi su ogni misfatto. Lui così luminoso chiuso in una macchina dai vetri neri, oscurati, che sterza a ogni curva, percorre ogni strada, e cerca la luna, la…

View original post 389 altre parole

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...