Testamento d’amore

Intingerei la mia penna nell’inchiostro dei tuoi occhi
e tatuerei le mie parole sulla pallida tua pelle.
Nero su rosa.
Segni indelebili di un presente passato
a futuro sognato.
E poi lascerei fare a te,
su di me,
lo stesso.
Corpi segnati e legati
da frasi iniziate da te
e terminate da me.
Tu il capoverso,
io il punto.
La nostra storia: scritta,
vissuta sulle nostre membra.
Una lingua compresa solamente da noi,
fatta di grafemi agli altri sconosciuti.
Forse la tramanderemo ai nascituri,
già dentro il tuo ventre gonfio.
Magari assorbiranno la nera china,
e semmai saranno ribelli
o saremo incapaci noi
la rigetteranno quasi tutta,
perché incompresa anche da loro.
Perché soprattutto l’amore
può essere incompreso
e dunque rifiutato.
Ma noi, adesso non importa,
noi continueremo ad amarci,
a scriverci sulla pelle
prima fresca e poi rugosa,
tesa e rattrappita.
Con le mani congiunte come i morti
chiuderemo il nostro libro,
lo lasceremo ai posteri,
a chi un giorno sarà capace
ritrovandoselo per le mani
di decifrarlo.
Come fu la Stele di Rosetta più di duemila anni fa,
ma più leggeri di una pietra.
Questo sarà
il nostro testamento d’amore.
(rivisitazione di questo)
Annunci

6 thoughts on “Testamento d’amore

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...