Un altro amare

Nella distorsione del tempo, nel moltiplicarsi dello spazio, quando facevo fatica a spostarmi, a reggermi in piedi, e i volti si moltiplicavano e mi sembravano prima in un luogo e poi in un altro, quando le parole li ritrovavo tra loro, collegate sensatamente in discorsi continui e insensati, nel punto in cui mi trovavo fermo come in un liquido denso e gelatinoso, quando cercavo la tua spalla per poggiarci la fronte e il corpo carico di spasmi di ilarità, allora mi sfuggivi, allora io insistevo. Insistevo memore di una vita che continuava a rifiutarsi e mi rifiutava come il mare che spinge costante le alghe sulla battigia; e il mare mi sbatteva dentro da un orecchio all’altro. E rammentavo il giorno prima, quando le nostre bocche erano attaccate come cozze agli scogli. Un altro amare. Allora insistevo; si poteva sperare. Mancavo la tua spalla piegandomi su me stesso. Cercavo un abbraccio e invece fendevo aria che puzzava e odorava. Distratti dai fari delle macchine a volte fissi su di noi, a volte in movimento, non distinguevo il vicino dal lontano; ti ero vicino. La distanza non era niente, il cielo piccolo, le stelle insignificanti. Io non ero molto e tu eri di più. Sotto gli sguardi degli altri insistevo, in sordina, timidamente e mi sentivo sbagliato, tutto sbagliato. Avevo fame, avevo sete, avevo voglia. Nel tuo silenzio, nel tuo distacco, nel tuo dirmi che mi vuoi ma non puoi, insistevo. Finché non ci siamo accordati in un gesto che ricordo ancora nitido. La mia mano affrontava la tua, dito dopo dito, e le mie falangi premevano tra le tue finché non eravamo stretti l’uno all’altro come due bimbi che attraversano assieme la strada uscendo da scuola. Ci siamo sorrisi timidi e ho capito: mi volevi bene. Dovevi andar via.
Annunci

4 thoughts on “Un altro amare

    1. Ciao S :)
      Tutti siamo qualcosa di che, altro che niente.
      In ogni caso puoi pubblicarmi altrove purché come hai già detto citi la fonte linkando. Ti ringrazio per l’apprezzamento e per l’eventuale condivisione.

      Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...