Ruota…

Ci sono silenzi non giustificabili. Mancanze, che te ne accorgi troppo tardi. Pensieri assopiti che ritornano a primeggiare in un sedile d’autobus, vivificati da desideri e malinconie. Giri come girano le ruote, in continuazione su se stesse e con una direzione ben precisa, mentre tutto il resto procede lineare. Ti logori come si logorano le ruote sull’asfalto, piccolissime briciole di pensiero rimosse dall’attrito con la strada. Ruote consumate, cuori esposti. Mentre il giorno diventa notte, e la notte giorno, e le nuvole corrono contrarie, e si arroccano come barba brizzolata ai monti, che all’alba si radono. Nuvole passate, sempre come quei pensieri, sempre come quelle ruote consumate. La meta si avvicina, definita e indefinita. Arrivare impreparati, è l’unica certezza. 
Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...