In fuga!

Provava a fuggirla, ma senza neanche pensarci, che quando non ci pensi fuggi lo stesso, anche se non ci pensi. Lui fuggiva senza saperlo, guardava soltanto avanti, senza mai voltarsi. E poi gli è caduta quella cosa di mano. Chinandosi per raccoglierla ecco che lo sguardo va indietro, e vede stivali muoversi alle sue spalle, e improvvisamente l’udito che si affina, e il rumore che si accompagna: stridore di suole di gomma sulla pietra bagnata. Un passo veloce, come quei corridori che a uno sparo partono in avanti, per non fermarsi più. Veloce lo slalom tra pedoni che non sanno mai cosa fare, come muoversi. Si rischia sempre lo scontro. Dietro ancora quei passi, quei fottuti passi… Non si gira più. Se si gira è perso. Ripete: «Se mi giro son perso». Lo ripete così tante volte che non può fare a meno di crederci che si girerà. E si gira, non per coraggio, non per sbaglio, perché convinto… Gli stivali non frenano più, gli sono addosso, così vicini che lo scontro tra i corpi ha rivelato nella fuga un incontro imprevisto. Erano piedi di donna, senza intenti, ma solo frettolosi, di andare forse nella stessa direzione, in un luogo comune. Poi c’erano le mani, bianche, fredde. Il volto. Le scuse. Gote rosse. Il fuggire assieme.   
Annunci

2 thoughts on “In fuga!

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...