Un uomo cavalcava una bici in cielo

Ruota la ruota, ruota pure l’altra. Si piega la gamba, e dopo pure l’altra. La bici va. L’asfalto corre negli occhi, un senso di ubriachezza. Vuota la testa. I copertoni sulla strada schiacciano pietrine, un rumore resta. Crick crunch! La bici va, nessuno più la controlla. Senso di ebbrezza il vento sulla testa, il vento nel cuore, sospeso sul sellino. Ripida la discesa, lacrime ferme sulle guance, braccia aperte, oppongono resistenza. E’ una follia, si va sempre più veloci. La bici scende, la bici va. Una giostra senza freni. Aria nella bocca, spalancata d’inerzia; forza centrifuga. Un grido s’arrampica lungo la gola secca, e si perde, assorbito dal palato. È un peccato la gioia repressa, solleva le palpebre, ma quella resta. Prende coscienza, vede una rampa. E sopra la rampa, la bici salta. Sotto la rampa, il calore di una vampa. Bruciano le gomme, brucia il petto. Nel tetto del mondo vola a cuore aperto. Vola, chissà dove e chissà perché. Non se lo chiede, questo non gli importa, vola per la prima volta.
Annunci

6 thoughts on “Un uomo cavalcava una bici in cielo

  1. @Situazioneassurde I freni, erano rotti! ;)

    @Nick Io ho ancora le guance rosse, ricorda. :P

    @Vale Come ti dico spesso ci vuole esercizio e molta lettura, e vedi che i giochi di parole vengono spontanei. E poi nel tuo ultimo post sei stata bravissima!!! :D

    Mi piace

  2. Voglia di libertà! Voglia di emozioni pure! Voglia di assaporare la vita tutta d’un fiato, perchè è l’ebbrezza che ti fa sentire viva….Il problema è che dura un attimo, quanto un salto nel vuoto, e poi riscendi a terra e ti fermi. Ma perchè la felicità è troppo spesso solo un attimo?
    Ciao Ale, er un pò che lo volv leggere, ma come al solito ho dovuto aspettare e poi “cogliere l’attimo”! :-))

    Mi piace

    1. Può darsi che la felicità sia un attimo, l’attimo del momento. Ma è stata anche gli attimi passati e forse quelli futuri. Così accade per molti altri stati d’animo: tristezza, serenità, etc.
      Godiamo di questi attimi! :)) Che poi, si può star sospesi per più di un attimo, anche se non si è sempre felici. Io forse sono ancora sospeso, e lo è quell’attimo che ho descritto, poiché ora è scritto.
      L’importante è cogliere l’attimo, no? Per viverlo e riviverlo. :)

      Grazie!!!

      Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...