Il vulcano

Il vulcano si sveglia, in un eccesso d’amore, un’esplosione di sensi. Un cuore reciso che schizza via lava. Roccia che pulsa ardentemente. Fuoco vivo che squarcia la notte. Dal suo volto, dai suoi occhi, lapilli di gioia. Un amore difficile da digerire, anche per il suo stomaco. La bocca s’è aperta, mostrando due labbra incandescenti, e come per apprezzare il cibo indigesto, propensa in avanti, ha ruttato ceneri. Il vulcano non si è più trattenuto, ha voluto dichiararsi in un modo grandioso, annunciandolo a tutti. Annunciando a tutti che là fuori c’è una ‘vulcana’ degna d’interesse. L’ha fatto disegnando sul suo petto un grande cuore di lava, che nessuno potrà scordare: né la luna, né gli alieni.
Annunci

2 thoughts on “Il vulcano

  1. Solo le riflessioni, pur essendo parallele, hanno il potere di incontrarsi ;-) Anch’io ho preso spunto dalla foto dell’Etna…è bello vedere le due facce della stessa medaglia!! Fermo restando che, secondo me, chi è capace di meraviglia lo è sempre, sia di fronte alla natura sia di fronte ad una persona…e tu sei uno “capace”…

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...