Come ad un carillon

Parte tutto da me. Da me disteso su una soffice coltre di neve. La faccia all’insù a farmi baciare dal sole, e ovunque, bianco. Ragazzi, mi tiro su, e non avete idea delle bellissime immagini che mi si presentano davanti. Un pullulare di gente in tuta da sci, che pare di stare nello spazio. I movimenti pesanti di chi fa i primi passi sulla luna. I sorrisi sbalorditi di chi vive e vede per la prima volta uno spettacolo mai visto. Salti a rallentatore, e lunghe discese su slittini improvvisati, buste nere della spazzatura reinventate. E poi le lotte improvvise, come se di colpo ci trovassimo in un ring circolare alla quale non si possono superare i suoi confini. Lottatori di sumo che poi finiscono per abbracciarsi, e ridere, ridere, ridere. Ma ecco dall’alto una pioggia di bianchi meteoriti, e tu stai lì ad evitarli. E di colpo ti giri e rimani incantato. Di colpo, dall’alto della montagna vedi il mare, lo stretto sotto i tuoi occhi. Siamo noi, ad amalgamarci alla perfezione dentro a questa magnifica natura. Sono gli alberi, son le foglie, è il mare e la montagna. È il cielo e le sue bianche nuvole, la neve sotto di noi. Tutto ritorna a noi come noi ritorniamo alla natura. Lontani dal caos, lontani dalla città, lontani dagli impegni. Liberi, spontanei, senza paura di sbagliare. Pronti ad essere grati, ma anche a scusarci. E’ sintonia tra di noi, nel bene e nel male, come una nota bella ed una nota brutta, assieme stanno bene. E si, sento ancora quella musica suonarmi nelle orecchie, ed ho l’impressione che la sentirò per molto, simile ad un carillon che ha appena ricevuto la carica…
Annunci

11 thoughts on “Come ad un carillon

  1. Ti lascio un commento anche qua, visto che a me fa molto piacere riceverne sul blog oltre che tramite Twitter…mi piace molto il tuo modo di guardarti intorno,di descrivere ciò che vedi ma soprattutto ciò che senti dentro…e riesci a “passare” questo anche a chi ti legge. E’ un dono raro, Ale…

    Mi piace

  2. Lo continuo a dire, scrivi proprio bene.
    Che belle sensazioni che ti ha suscitato la neve. Credo che quei giorni ti abbiano fatto proprio bene, no? ^^

    Mi piace

    1. Altroché… Ogni anno sono fondamentali per cominciare bene, con la spinta giusta. Non riuscirei al momento ad immaginarmi un anno senza di essi. Stare in mezzo alla natura, ed avere vicino 50/60 persone, come fosse una famiglia allargata, è davvero qualcosa di speciale. ;) Grazie ^^

      Mi piace

  3. Ciao Ale,
    complimenti per questo testo. Mi hai regalato delle belle immagini! Ho immaginato di vedere ciò che hai visto e di provare ciò che hai provato. Emozionante… ^_^

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...