Ha fatto i conti con tutto e tutti…

Lui. S’era ripromesso per l’ennesima volta di seguire diligentemente ciò che la sera prima, ed anche molte altre precedenti sere, aveva stipulato con se stesso e col Signore. Voleva da parte sua metterci tutto l’impegno possibile a far che ciò avvenisse, maledicendo la sua parte più pigra e più cattiva. Ha fatto i conti con tutto e tutti, eppure il risultato, la mattina seguente era errato. Errato perché, lui, nonostante proclamasse l’importanza di una buona programmazione e la conseguente regolarità nello svolgere i vari compiti, fosse tutt’altro che propenso a seguire quei programmi con disciplina. Lui, promotore dell’ordine, si è scontrato con il “se” anarchico ribelle.
Per cominciare s’è alzato già sfatto dal letto, dopo aver litigato per mezza mattinata con la sveglia, che continuava incurante e a ritmi regolari a richiamarlo, come fosse il papà ai tempi della scuola. Il tempo già tardo e l’emicrania l’hanno allontanato da ogni possibile attività che richiedesse abilità cognitive. Dunque non fece altro che grattarsi davanti al computer fino all’ora di pranzo ed anche oltre. I libri aspettavano lì chiusi sulla scrivania, e parevano distanti un miglio, inavvicinabili per i suoi arti. E poi non successe quasi nulla. Solo il tempo continuò nel suo corso, divenendo buio.
La notte, lui, si ritrovò nel letto, con la mente finalmente lucida e pronta a fare programmi e preghiere per l’indomani, sperando che non fosse come l’ultimo oggi.
Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...