Canarino, vola via…

La pioggia scrosciante e poi il vento impetuoso, stavano per fermarmi. La Pigrizia mi incatenava, come Andromeda, alla sedia dello studio. La Solitudine oscillando mi ipnotizzò. E venne la Compassione che sopraffece tutti e mi convinse ad uscire da quello stato comatoso. Messo il piede fuori, mi accorsi che il tempo s’era piegato al destino e s’era acquietato. La pigrizia si arrugginì spezzandosi e la solitudine venne rimpiazzata da un proliferare di volti nuovi. Fui preso a braccietto dalla Curiosità e mi spinsi anche oltre, osando più di quanto avessi mai fatto. Una parola qua, una risata là e il tempo scorreva felice…
..finché non mi ritrovai nel letto, a pensare a quanto sarebbe stato stupido rimanere volutamente in gabbia.
Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...